GE Healthcare

Informazioni rivolte ai professionisti del settore medico-sanitario


GE Healthcare lancia Freelium, innovativa tecnologia per RM progettata per ridurre il consumo di elio da 2000 a 20 litri

Freelium* è una tecnologia a magneti in grado di consumare soltanto l’1% della quantità di elio rispetto a quella utilizzata dai magneti per risonanza magnetica convenzionali con vantaggi notevoli sia in termini di costi che ecosostenibilità


  

Immagine magnete di Risonanza Magnetica

30 novembre 2016

Per riuscire a fornire immagini in alta definizione del cervello, degli organi vitali e dei tessuti molli dei pazienti, la risonanza magnetica usa magneti a superconduzione raffreddati fino a -270 gradi centigradi. L’unico modo per mantenere i magneti della risonanza così freddi durante l’uso clinico è l’utilizzo di migliaia di litri di elio liquidi.

L’elio è, quindi, un componente fondamentale dei sistemi per imaging a risonanza magnetica, ma le sue disponibilità non sono infinite e la domanda del gas in questi anni ha continuato a crescere. È per rispondere a questa sfida che GE Healthcare, ha progettato Freelium*, una tecnologia a magneti in grado di consumare soltanto l’1% della quantità di elio rispetto a quella utilizzata dai magneti per risonanza magnetica convenzionali in modo di passare dagli attuali 2.000 litri di elio allo stato liquido impiegati mediamente a soltanto 20.

I magneti dotati della tecnologia Freelium sono progettati anche per essere più facili da installare all’interno delle strutture e soprattutto ecosostenibili. Grazie a Freelium gli ospedali non avranno più bisogno di ricorrere a una ventilazione estesa che spesso porta a dover collocare il magnete in un edificio separato o in una stanza costruita appositamente per ospitarlo. Inoltre un magnete Freelium non necessiterebbe di alcuna ricarica né durante il processo di trasporto, né nel corso del suo ciclo di vita. Quando la tecnologia Freelium verrà integrata a un prodotto commerciale nel futuro, quindi, potrebbe rendere più semplici e meno costosi sia l’installazione della risonanza sia il suo funzionamento. Un vantaggio particolarmente significativo nei Paesi in via di sviluppo, dove mancano le necessarie infrastrutture, ma anche nelle maggiori città metropolitane dove l’installazione di un magnete può arrivare a costare più del magnete stesso.

La percentuale della popolazione mondiale che non ha ancora accesso ai benifici della risonanza magnetica è superiore al 70% e grazie a questa innovazione sostanziale i pazienti che oggi non hanno accesso ai benefici diagnostici di una risonanza magnetica potrebbero averlo in futuro.


Lab Invaders LIVE è una serie di episodi che vi portano nel laboratorio dove si raffreddano i magneti di Risonanza Magnetica con l’elio. Guarda il primo!


*Freelium è una tecnologia in fase di sviluppo che rappresenta sforzi di ricerca e sviluppo tuttora in corso. Questa tecnologia non è un prodotto e potrebbe non diventare mai parte di un prodotto. Non è in vendita e non è ancora stata approvata dalla FDA negli Stati Uniti o da altri enti regolatori globali per disponibilità commerciale.


Consenso per i cookie