GE Healthcare

L’intelligenza artificiale alla base dell’advanced gaming e delle auto senza conducente potenzia il nuovo sistema ad ultrasuoni di GE Healthcare



Il sistema ad ultrasuoni per radiologia più avanzato di GE Healthcare - il LOGIQ™ E10 – offre una capacità di trasmissione dati di 48 volte superiore e un potere di elaborazione 10 volte più performante dei sistemi precedenti.

In concomitanza dello European Congress of Radiology, GE Healthcare ha annunciato il lancio del suo sistema ad ultrasuoni per radiologia di ultimissima generazione, il LOGIQ™ E10. Questo sistema interamente digitale integra l’intelligenza artificiale, la connettività cloud e algoritmi avanzati per un’acquisizione e ricostruzione di dati mai così veloce. LOGIQ™ E10 permette, in questo modo, una diagnosi sicura, completa e un workflow ottimizzato.

“Effettuiamo una media di 30 esami ecografici al giorno e più di 1000 procedure interventistiche ad ultrasuoni in un anno, abbiamo bisogno di strumenti avanzati che ci guidino”, sostiene il Dott. Knut Brabrand, primario del reparto di radiologia dell’Oslo University Hospital Rikshospitalet. “Ho notato un notevole miglioramento nella qualità dell’immagine con il LOGIQ™ E10. Otteniamo una penetrazione migliore con i trasduttori ad alta frequenza. Il sistema consente di individuare piccolissime lesioni nel fegato che non riuscivo a localizzare con le tecnologie precedenti. L’immagine è sempre a fuoco, eliminando la necessità di individuare zone focali e la B-Flow technology mi ha permesso di visualizzare chiaramente il flusso sanguigno. Inoltre, ci permette di acquisire maggior sicurezza diagnostica soprattutto per i casi più complessi.”

Con l’attuale aumento del volume dei pazienti, il LOGIQ™ E10 si presta ad affrontare le sfide contemporanee - e anticipa quelle future - sfruttando le nuove tecnologie per creare immagini incredibilmente dettagliate in real-time:

- L’intelligenza artificiale: la nuova generazione di apparecchiature mediche intelligenti sfrutta le stesse tecnologie utilizzate per le auto senza conducente e per la prossima generazione di videogame 3D e sono alla base anche della piattaforma di questo sistema ad ultrasuoni – la cSound™ Architecture. Questa tecnologia avanzata GPU acquisisce e ricostruisce i dati in modo simile ai sistemi RM e TC, con una capacità di trasmissione dati di 48 volte superiore e un potere di elaborazione 10 volte più performante dei sistemi precedenti. La cSound™ Architecture è così potente che può processare una quantità di dati equivalente alla riproduzione di due interi DVD in un solo secondo, in real-time. Il sistema elimina la necessità di individuare zone focali dato che l’intera immagine è sempre a fuoco per tutta la durata dell’esame.

- Offerte digitali: con l’aumento e l’espansione geografica dei sistemi ospedalieri, molti esami ad ultrasuoni non sono valutati da uno specialista in loco. Con la nuova Photo Assistant App è possibile fotografare parti anatomiche rilevanti e aggiungere alle foto le immagini cliniche inviate al radiologo, arricchendo e contestualizzando la documentazione. Un altro tool, la Remote Clinical Application, permette ai radiologi di modificare le impostazioni degli ultrasuoni da remoto utilizzando un tablet o uno smartphone. Gli specialisti clinici possono anche analizzare come il sistema è stato utilizzato tramite un portale web sicuro oppure ottenere assistenza remota.

- Connettività cloud: Tricefy™ di Trice Imaging fornisce agli specialisti clinici un nuovo sistema per connettersi con colleghi e pazienti, utilizzando una piattaforma cloud che consente la condivisione d’immagini, la comunicazione della diagnosi, la visualizzazione da remoto, l’archiviazione e l’integrazione Electronic Health Record (EHR).

“I nostri ingegneri hanno inventato un sistema completamente nuovo per creare immagini con algoritmi basati su software aperti a futuri sviluppi” ha detto Brian McEathron, general manager di GE Healthcare General Imaging Ultrasound. “Dal fegato alla ginecologia e dal breast imaging a quello muscoloscheletrico passando per la radiologia interventistica, gli ultrasuoni hanno attualmente il potenziale per migliorare sensibilmente la cura del paziente. Siamo sicuri che il GE LOGIQ™ E10 condurrà la trasformazione, migliorando l’imaging per i pazienti da capo ai piedi a prescindere dall’età e dalla costituzione fisica.”

Come prossima iterazione del sistema ad ultrasuoni di GE Healthcare più di successo, il LOGIQ E10 permette agli specialisti clinici di sfruttare i vantaggi digitali per migliorare l’efficacia degli esami grazie a strumenti completi e un workflow ottimizzato.